Post più popolari

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

domenica 21 luglio 2013

App Assistenza sanitaria grazie alla Team

Prima di partire per le vacanze all'estero, è bene sapere come comportarsi per avere diritto all'assistenza sanitaria d’emergenza. Per questo la Commissione Europea ha messo a disposizione un'app, TEAM, che dà informazioni sulla tessera, sui numeri di emergenza, sulle cure coperte e sui costi, ma anche sulle modalità per richiedere un rimborso e sulle persone da contattare in caso di smarrimento della tessera.
L'applicazione copre 27 paesi dell’UE e anche l'Islanda, il Liechtenstein, la Norvegia e la Svizzera. È disponibile in 24 lingue e consente di passare da una lingua all'altra.
Va ricordato che ad oggi 190 milioni di cittadini europei sono in possesso dell'omonima tessera europea di assicurazione malattia (TEAM), che consente loro di ottenere assistenza sanitaria d’emergenza anche all'estero, quando viaggiano nell’Unione europea. La Team dà ai cittadini europei il diritto di ricevere cure urgenti nel sistema sanitario nazionale del paese ospitante alle stesse condizioni e allo stesso prezzo dei cittadini di quel paese. Essa viene rilasciata gratuitamente dal servizio sanitario nazionale del paese d'origine e non può essere utilizzata per coprire cure programmate in un altro paese. Utilissimo portarla con sé durante le vacanze all'estero.
Gli ospedali che offrono servizi sanitari pubblici sono dunque obbligati a riconoscere la Team. Per dare ai cittadini una maggiore tutela nel caso in cui, erroneamente, la tessera non venga accettata, l'Ue ha messo a disposizione l'app Team che permette di avere sempre a portata di smartphone e tablet i numeri di contatto per le emergenze.
“La tessera europea di assicurazione malattia è un vero successo. Attualmente due europei su cinque ne possiedono una, che può far loro risparmiare tempo e denaro se si ammalano o si feriscono durante un viaggio all’estero. Nella maggior parte dei casi, la TEAM funziona senza problemi. Tuttavia, se uno Stato membro non rispetta i propri obblighi derivanti dal diritto dell’UE e rifiuta di riconoscere la tessera, la Commissione si attiva per difendere i diritti dei cittadini europei” ha commentato il Commissario europeo per l'Occupazione, gli affari sociali e l'inclusione, László Andor, secondo cui oggi due europei su cinque ne sono in possesso
Download http://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=559

Nessun commento:

Posta un commento